Mercato delle auto usate un vero boom

Scritto da Pubblicato in Mercato Economico
auto usate

Negli ultimi anni il mercato delle auto usate ha avuto un vero e proprio boom. Complice di sicuro la crisi economica e il budget sempre più imitato delle famiglie, ma anche la possibilità di scegliere tra diversi modelli a prezzi convenienti. Un contributo prezioso lo ha dato anche la tecnologia che ha permesso ai possibili acquirenti di informarsi sul web e di acquistare anche a distanza.

I portali tematici dove si vendono auto usate

oscuramento vetriProprio l’incremento delle vendite nel mercato delle auto usate ha fatto si che nascessero diversi portali a tema. Alcuni sono la traslazione sul web di riviste e giornali di settore già in voga da tempo, come per esempio Quattroruote. Su questi portali è possibile farsi un’idea esaustiva del mercato dell’usato e scegliere con una certa sicurezza. Per esempio si può basare la propria ricerca su un determinato modello di interesse, basta poi utilizzare dei filtri per cercare la fascia di prezzo più adatta alle proprie necessità e si trova l’auto perfetta, o almeno la speranza è quella.

In genere questi portali sono abbastanza sicuri e ci si può accordare con i venditori con una certa tranquillità. Gli annunci sono controllati, per lo meno per quanto riguarda la reale esistenza del venditore, poi chiaramente l’auto deve essere controllata nel dettaglio come del resto si farebbe anche se si acquistasse da un rivenditore dell’usato.

In aumento anche le truffe

Purtroppo con l’aumento delle vendite delle auto usate sono aumentate anche le truffe, e questo ovviamente non è un bene. Bisogna fare molta attenzione, soprattutto a una truffa davvero antipatica, quella dei chilometri scalati. Questa truffa consiste nel sottrarre, mediante apparecchiature sofisticate e software, i chilometri reali all’auto, in modo da farla sembrare più giovane e dunque per venderla a un prezzo maggiore. Chiaramente si tratta di una cosa assolutamente illegale e infatti le forze dell’ordine sono sempre all’erta.

Come difendersi

La cosa migliore che si può fare è quella di certificare l’auto una volta individuata e prima, ovviamente, di completare la trattativa di compravendita. La certificazione serve per capire quale sia il reale stato del veicolo che si intende acquistare. Naturalmente si deve controllare comunque l’auto nel dettaglio, per verificare che non vi siano graffi o ammaccature nascoste. Se poi nei vetri sono applicate delle pellicole oscuranti
, controllare con maggiore attenzione, potrebbero essere li anche per occultare eventuali difetti dei cristalli. Fondamentale è un controllo accurato del parabrezza dove bisogna verificare che non vi sia alcuna filatura o scheggiatura. Allo stesso modo va controllato il lunotto posteriore.

 

 

Silvia