Tasse e regime fiscale delle isole Canarie

Scritto da Pubblicato in Mercato Economico

Sono sempre di più le imprese e i privati che al giorno d’oggi decidono di investire alle Canarie.

Un territorio molto vantaggioso sotto vari punti di vista.

In primis è bene chiarire una cosa: le Isole Canarie non sono affatto un paradiso fiscale.

Esse hanno un regime fiscale ridotto rispetto a quello che si può trovare in Spagna.

Questo anche per via della sua geografia, essendo un arcipelago non propriamente vicino al territorio iberico e quindi allo stesso Governo centrale.

Un aspetto che ha quindi contribuito a rendere le Isole Canarie una zona felice per tante aziende che hanno deciso di stabilirsi lì o anche semplicemente di insediarsi mediante una sede.

Un territorio dove l’economia, anche per via della volontà del Governo spagnolo, sta girando notevolmente e dove si nota come l’incremento economico non sia certo trascurabile.

Tutto questo gioca a favore della crescita dell’arcipelago delle Canarie che è diventato un territorio adatto per gli investitori privati.

 

La tassazione prevista alle Canarie: i dettagli

 

Quando si parla della tassazione delle Isole Canarie è bene specificare che essa è stata determinata dal Governo di Spagna.

Viene prevista una aliquota ridotta del 15% per quelle aziende che si siano stabilite sul territorio delle Canarie.

Questa è applicata per i primi due anni in maniera tale da favorire la crescita dell’economia locale.

Senza dimenticare che dopo i due anni la tassazione è del 25%. Inoltre vengono previsti una serie di sconti che nel contesto di un bilancio aziendale possono fare, e non poco, la differenza.

C’è perciò l’esenzione della Tassa sui Trasferimenti Patrimoniali, così come vale la pena citare lo sconto sull’Imposta delle Società che arriva anche al 90%.

Stesso sconto previsto anche per i contributi sociali che fanno capo alle aziende.

Considerando anche che viene applicata anche l’imposta IGIC, ovvero l’equivalente dell’IVA italiana.

Essa varia da una percentuale del 7% fino ad arrivare al 13% in base a ciò che viene acquistato.

Non mancano delle esenzioni che azzerano del tutto questo tipo di tassa come, ad esempio, l’acquisto di nuove tecnologie ed attrezzature.

 

Gli obiettivi economici delle Isole Canarie

 

La Spagna ha puntato notevolmente da un punto di vista prettamente economico sulle Isole Canarie.

Un arcipelago molto importante non solo dal punto di vista turistico.

Ecco perché ha creato un regime fiscale non certo pesante non solo per le aziende, ma anche per i semplici privati.

Questo per evitare che il peso delle tasse riduca la circolazione del denaro.

canarie tassazione persone fisicheDa considerare, per capire il tutto, che la tassazione arriva ad un massimo del 4% per cui una percentuale assai conveniente se si pensa che si tratta di una delle più basse in Europa.

Ovviamente questo tipo di risparmio che viene previsto per via di una tassazione agevolata si ripercuote positivamente anche sull’economia del paese.

Vengono previsti risparmi importanti, ad esempio, per le spese energetiche.

Si parla perciò di un Regime Economico e Fiscale differenziato e che è molto più leggero per i cittadini e per le imprese.

Tanti gli incentivi e anche le detrazioni fiscali che vengono previste per facilitare gli investimenti in tutti i settori.

Il che ha permesso alla Spagna di guardare al futuro senza accontentarsi solo di una soddisfazione del momento storico attuale.

Eleonora