Cioccolata calda: meglio al latte o fondente?

Cioccolata calda: meglio al latte o fondente?

18 Febbraio 2020 Off Di Eleonora

Quando l’aria rigela, si è usciti da una giornata piena di lavoro, da scuola, si è affrontato un esame o si è sconsolati per un amore andato male o semplicemente ci si vuole coccolare, la soluzione naturale contro ogni problema è sempre lei: la cioccolata.
In inverno una bella tazza di cioccolata calda è l’ideale per riscaldarsi e ricaricarsi di energie positive, il latte e il cioccolato non delude mai nessuno.
Tuttavia, quando si parla di cioccolata calda vi sono due opzioni tra cui scegliere: cioccolata calda al latte o fondente.

Una scelta ardua, dettata principalmente dal gusto personale, ma per chi fosse indeciso, a seguire una descrizione in dettaglio della cioccolata calda al latte e fondente per una scelta ponderata e gustosa per chi oltre al gusto vuole di più.

Cioccolata calda al latte

La cioccolata calda al latte è la scelta migliore per gli amanti delle bevande dolci, amata soprattutto dai più giovani, si presenta cremosa e più dolce all’assaggio e con una colorazione più chiara rispetto alla versione fondente.
Nel trattare della sua composizione la cioccolata calda al latte si caratterizza per un alto percentuale di zucchero, che si aggira intorno al 55%, seguono latte, burro di cacao e quantitativi di cacao in percentuali diverse a seconda che si tratti di cioccolate al latte “fine”, “finissimo o superiore” e “extra”.

Cioccolata calda fondente

La cioccolata calda fondente, pur trattandosi di una bevanda al cioccolato, ha un gusto più deciso, forte ed amaro, ideale per chi non ama le bevande troppe zuccherate o eccessivamente dolciastre.
Leggermente meno cremosa e con una colorazione tendente allo scuro, quasi nera, la cioccolata calda fondente, al pari della cioccolata al latte, può avere diverse gradazioni, a seconda del grado di cioccolato fondente che viene impiegato con soluzioni “fondenti” “extra fondenti” e “extra-amaro”.
Quindi, parlare di cioccolato fondente, con l’idea di una bevanda amara è sbagliato, in quanto molto dipende dal tipo di cioccolato e anche da quanto viene dolcificata la bevanda successivamente.

Cioccolata calda a latte o fondente: quale bere

Alla domanda se sia migliore la cioccolata al latte o fondente, in realtà non può essere data una riposta netta, in quanto se le bevande sono realizzate usando cioccolato di qualità non si può parlare di scelta migliore, sono entrambe gradevoli al palato.
Quando una bevanda è realizzata con ingredienti di prima scelta risulta gradevole a prescindere che sia a latte o fondente.
Tuttavia, la scelta potrebbe derivare dal gusto personale, una cioccolata al latte ha un sapore più delicato, cremoso e dolce.
Se, poi, si vuole ragionare su aspetti tecnici ed oggettivi, ossia in termini di calorie, quanto possa incidere sulla linea abbandonarsi ad una cioccolata calda al latte rispetto ad una cioccolata fondente, beh in tal caso va rilevato che la cioccolata fondente ha un apporto calorico e di grassi inferiore, ed è l’ideale per chi non vuole appesantirsi troppo e vuole evitare di mettere su qualche chilo.
Utili per rispondere alla domanda sono i risultati a cui sono giunti studi e ricerche mediche sul cioccolato.
Si è dimostrato come il cioccolato fondente sia un buon alleato per i soggetti afflitti da patologie cardio-vascolari e da chi abbia il colesterolo alto.
La cioccolata fondente contiene, infatti, i “flavonoidi”, antiossidanti naturali che fanno da schermo protettivo alle arterie, migliorano la circolazione del sangue e contrastano l’insorgere di malattie cardiovascolari.
Naturalmente, tutto dipende anche dal quantitativo di cioccolata calda che si consuma regolarmente, se si tratta di una tazza sporadica, una bevanda al latte non influisce negativamente sulla salute.
Cioccolato al latte o fondente, una scelta difficile ma di gusto!