Guida turistica al Monte Pollino

Guida turistica al Monte Pollino

16 Dicembre 2020 Off Di Eleonora

IL MONTE POLLINO E IL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO

Il Monte Pollino è un monte al confine tra la Basilicata e la Calabria di circa 2248 metri di altezza sul livello del mare. Attorno ad esso è stato creato il Parco Nazionale del Pollino, parco di dimensioni così notevoli che comprende ben 56 comuni, 24 della Basilicata e 32 della Calabria. In totale il parco si estende per un totale di 192.565,00 ettari di terreno e al suo interno sorgono diverse vette. Infatti il Monte Pollino è solamente la seconda montagna più alta del parco in quanto la Serra Dolcedorme con i suoi 2267 metri lo supera di poco. Oltre a queste due vette, spiccano anche la Serra del Prete, la Serra del Ciavole e la Serra di Crispo.
Tutto il territorio presenta un’ampia varietà di flora e fauna, che cambia in base all’altitudine raggiunta e che deve essere protetta dall’azione umana. Inoltre, nel parco vi sono numerosi sentieri perfetti per le più disparate attività sportive. Ma vediamo un po’ nel dettaglio.

SPORT E PASSEGGIATE

Il Parco Nazionale del Pollino offre per l’appunto diverse occasioni per fare sport. Tra queste ovviamente spiccano le passeggiate. Una delle più quotate e apprezzate è sicuramente quella che conduce al Monte Pollino. Infatti, la fatica della salita verrà completamente ripagata dalla vista eccezionale che offre la vetta della montagna, la quale si staglia superba su tutto il parco.
Proprio la presenza di moltissimi sentieri diversi fa sì che il Parco Nazionale del Pollino offra attività per tutta la famiglia, sia per i bambini che per gli amanti della montagna più esperti. Ci sono molti percorsi, i quali si differenziano per grado di difficoltà e lunghezza. Tutti i sentieri offrono spettacoli e panorami magici, che compensano ampiamente qualsiasi fatica.
Ma oltre alle passeggiate e al trekking, il Parco Nazionale del Pollino permette di praticare anche molte altre attività. Ad esempio, è possibile sfruttare i naturali pendii del territorio per praticare la mountain bike oppure si può godere del bellissimo panorama grazie ad una passeggiata a cavallo. Negli ultimi anni, particolarmente apprezzato sembra essere diventato il rafting, che si può praticare nei corsi d’acqua del parco.

DOVE DORMIRE E DOVE MANGIARE

Se si desidera trascorrere qualche giorno completamente immersi nella natura, il Parco Nazionale del Pollino ha al suo interno anche una serie di alloggi, dove è possibile pernottare, e anche dei punti ristoro. Si tratta di rifugi di montagna, dove l’amore per la natura si fonde con l’ospitalità e una secolare tradizione culinaria. Qui sarà possibile assaggiare gustosi piatti tipici preparati con gli ingredienti che la terra offre e perfetti per riprendere le forze dopo una lunga passeggiata.
La scelta migliore è quella di programmare precedentemente il proprio itinerario così da poter eventualmente prenotare gli alloggi dove dormire. Se si desidera un elenco completo di tutte le soluzioni per la notte, si può fare affidamento al sito ufficiale del Parco Nazionale del Pollino.

GUIDE TURISTICHE

Il Monte Pollino e il suo parco sono mete ambite per delle gite fuoriporta immerse nella natura. Questo ha fatto in modo che il parco predisponesse una serie di infrastrutture e di servizi su misura del turista. Tra le varie iniziative sono state istituite alcune guide ufficiali certificate del parco che possono accompagnare il turista alla scoperta della montagna. Si può quindi optare per affidarsi a una guida, la quale saprà guidare qualsiasi visitatore nel meraviglioso parco, informandolo anche sulla natura che lo circonda. Si tratta di un’occasione molto valida per scoprire nuovi luoghi, soprattutto per le famiglie con i bambini.