Rottami metallici: come smaltirli

Rottami metallici: come smaltirli

14 Maggio 2020 Off Di Silvia

Per effettuare un corretto smaltimento dei rottami metallici, bisogna innanzitutto sottolineare che questi si suddividono in due diverse tipologie:

  • di tipo ferroso,
  • di tipo non ferroso.

Per capire bene di cosa si tratta, si può affermare che fanno parte di questo gruppo anche elementi in acciaio oppure alluminio.

Dato che questi due materiali sono particolarmente comuni e rivestono gran parte degli oggetti che si trovano normalmente nell’ambiente domestico o comunque nella vita quotidiana, spesso si dovrà pensare a come riuscire a smaltirli.

Per quanto riguarda il cittadino privato, costui non dovrà porsi il problema, anche perché basterà fare la raccolta differenziata in modo corretto.

Sono le aziende invece che dovranno cercare di chiamare delle ditte specializzate per la raccolta di questi rottami.

Si parla in questo caso soprattutto di elementi metallici derivanti dagli scarti di costruzioni edili oppure da lavori industriali.

Spesso rientrano in questo gruppo anche vecchi elettrodomestici, che andranno smaltiti in modo corretto.

Norme da seguire per il corretto smaltimento dei rottami metallici

Per poter smaltire i rottami metallici occorre prima di tutto svolgere una corretta raccolta differenziata, in misura maggiore in ambito domestico, dove basterà gettare nell’apposito contenitore i materiali ferrosi e non ferrosi.

Questo è molto importante, anche perché si faciliteranno gli addetti, cioè gli operatori ecologici, che poi provvederanno alla gestione corretta del materiale da smaltire.

Procedere ad un corretto smaltimento di questi elementi è molto importante non solo per garantire il rispetto ambientale, ma anche perché la loro rottura oppure degradazione può anche comportare in alcuni casi, possibili danni di salute.

Per quanto riguarda le aziende invece, soprattutto le industrie o anche le fabbriche, potranno rivolgersi a società oppure ditte specializzate per poter richiedere la raccolta di questi materiali e poi provvedere al corretto smaltimento.

Se quest’ultimo non avvenisse o se comunque si violassero le normative vigenti, si rischierebbe di incorrere anche in pesanti sanzioni, che nel peggiore dei casi possono portare alla reclusione da 1 anno a 3 anni.

Molto importante però è anche procedere ad un corretto riciclo, anche perché molti elementi composti da metalli, infatti, possono essere utilizzati nuovamente.

Il riciclo dei materiali

 La vendita e lo smaltimento di materiali metallici e non, deve essere affidata ad aziende specializzate. Sono sempre queste ultime che possono occuparsi di un corretto riciclo di questi particolari elementi.

Dato che spesso infatti, soprattutto nel caso di rifiuti edili, si può procedere ad un corretto riutilizzo, è giusto che le imprese provvedano a smaltirli in modo giusto.

Di solito ci sono società che riescono anche a ricavare dei buoni proventi dalla vendita e smaltimento di rifiuti del genere, anche perché alcuni, come ad esempio il rame, sono molto ricercati e possono essere impiegati in tantissimi settori, anche se in misura maggiore nell’ambito edile.

Come si è visto, lo smaltimento dei rottami metallici è molto importante per diversi motivi, tra i quali il rispetto ambientale, l’igiene e la sicurezza, ma anche il fatto di poter favorire un corretto riciclo.

È anche molto importante rivolgersi sempre ad aziende specializzate per un corretto smaltimento, al fine di evitare danni e soprattutto anche possibili sanzioni o problemi legali.