UX e CRO: due aspetti fondamentali in una strategia di search marketing

UX e CRO: due aspetti fondamentali in una strategia di search marketing

16 Febbraio 2020 Off Di Eleonora

Vi sono diversi metodi per ottimizzare i propri contenuti sul web: le ottimizzazioni CRO in UX aiutano le analisi strutturali dell’esposizione web e consentono, poiché legati l’uno all’altro inevitabilmente, di migliorare le percentuali di conversione. Il fine ultimo delle strategie di marketing è quello di trasformare i visitatori di un determinato sito, in dei veri e propri clienti, che possano usufruire della piattaforma per compiere i propri acquisti in modo sicuro, semplice ed intuitivo, affinché il sito possa riuscire in ciò per cui era stato programmato: vendere beni o servizi all’utenza.

Cosa significa CRO?

Si tratta di quella codifica di azioni che consente ad un utente che atterra su di un sito, di svolgere le attività che lo stesso sito permette in merito alla strategia di marketing che questo presenta.
In parole povere si tratta di vere e proprie esecuzioni di azioni come ad esempio il completamento di un ordine oppure l’iscrizione alla newsletter, che devono poter avvenire senza problematiche ed essere anche piuttosto intuitive. Questo genere di azioni vengono definite “conversioni”.
Affinché queste conversioni avvengano, occorre che lo specialist che si occupa di questo ambito, conosca le nozioni di marketing in modo esaustivo e collabori con le altre figure che si occupano di SEO, IT e UX.
Le guide SEO si occupano dell’indicizzazione di risultati, attraverso la ricerca internet anche mediante motori appositi, cioè collocare fra i primi risultati web il sito di interesse tramite l’utilizzo di un linguaggio di uso comune, che aumenta le probabilità di click sul sito stesso.

Cosa significa UX?

Si tratta della capacità di rendere l’esperienza dell’utente che approda sul sito in modo tale da farlo diventare cliente. Un UX Designer si occupa della costituzione della visual progettuale, a patto che vi sia stabilito un target e una data esigenza dell’utenza, così da sapere cosa e quando modificare nell’estetica del sito stesso.
In pratica l’UX Designer inizializza le strutture internet perché possa suscitare un desiderio di acquisto nell’utente, a cui segue il lavoro del CRO Designer, che invece personalizza l’esperienza e la rende reale nella totalità delle azioni concesse.
Se il sito risulta non fruibile e di difficile comprensione, le probabilità di essere indicizzato o di realizzare l’acquisto sono davvero scarse.

L’importanza dei contenuti nel web marketing

L’economia.che guida il web marketing è in continua espansione. Questo accade perché internet ha modificato il mercato in generale, scatenando maggiore competitività nei prezzi e nella qualità di beni e servizi.
Per tale motivo i siti di e-commerce spopolano, così da spingere l’utenza all’acquisto online con pochi e semplici click.
Il design di un sito web, che offre determinati beni e servizi per un dato target di utenza, ha un’importanza strategica: maggiore è la semplicità d’acquisto all’interno di un sito, maggiore sarà la probabilità di successo dello stesso.
Le strategie di marketing che sono alla base di questi meccanismi sono diversi e fra questi primeggiano le ottimizzazioni di conversione (CRO) e la capacità del sito di invogliare l’utenza all’acquisto (UX).
Si sono sviluppati molti studi in tal senso e la raccolta di tali dati sono racchiusi proprio nelle figure di specialisti del settore, che collaborano nella creazione e nell’adattamento di tali siti al fine per cui sono stati ideati.
La vendita diretta attraverso il web deve quindi collocarsi come il fine ultimo del sito coinvolto e ciò che serve affinché questo avvenga sono le strutture web: la capacità di ricerca, di ottimizzazione dei risultati, la riuscita della conversione.